......attendi qualche secondo

Una rete di  agevolazioni

Inserisci su Google

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni
ai.marketing
Bonus 110%
Cessione del quinto
Finanziamenti agricoltura
Finanziamenti Impresa
Fisco
fondo salva casa
Guadagno e offerte on-line
Mutui
news
Norme Tributi
Nostri servizi
Prestiti Personali
Sovraindebitamento
test
Video

OPPOSIZIONE A D.I.: requisiti per istanza ex art.649 c.p.c. per sospensione provvisoria esecuzione


ISSN 2385-1376

Testo massima

Si ringrazia per la segnalazione l’Avv. Luca Darbesio del Foro di Torino

In sede di opposizione a decreto ingiuntivo, l’istanza proposta ai sensi dell’art. 649 c.p.c. non può essere intesa né come volta ad un riesame della sussistenza dei presupposti per la concessione della provvisoria esecuzione ex art. dell’art. 642 c.p.c., né come implicante la valutazione circa la ricorrenza, in negativo, dei presupposti di cui all’art. 648 c.p.c..

La sussistenza del periculum in mora non è provata allorquando vengano esposte generiche ordinarie ed eventuali conseguenze negative che potrebbero derivare al patrimonio dell’opponente dall’esecuzione dell’opposto decreto, non supportate da alcuna allegazione in ordine alla specifica gravità.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Così si è pronunciato il Tribunale di Asti, dott.ssa Monica Mastandrea, con l’ordinanza del 24.02.2016.

In materia di opposizione a decreto ingiuntivo, ai sensi dell’art. 649 c.p.c. il giudice istruttore sospende l’esecuzione provvisoria del decreto ingiuntivo concessa a norma dell’art. 642 c.p.c. quando ricorrono “gravi motivi”.

Nella fattispecie in esame, il Tribunale adito, nel rigettare la richiesta di sospensione della provvisoria esecutorietà del decreto opposto formulata dall’opponente, ha chiarito che l’istanza proposta ai sensi dell’art. 649 c.p.c. in sede di opposizione a decreto ingiuntivo non possa essere intesa né come un riesame della sussistenza dei presupposti per la concessione della provvisoria esecuzione ex art. 642 c.p.c., né come implicante la valutazione circa la ricorrenza, in negativo, dei presupposti di cui all’art. 648 c.p.c. e che, pertanto, i “gravi motivi”, posti a fondamento della (pur discrezionale) sospensione della provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo, devono concernere solo il pericolo che l’esecuzione forzata dello stesso possa danneggiare in modo grave il debitore, con necessario riferimento alla verosimiglianza della fondatezza dell’opposizione.

Ciò premesso, il G.I. ha rilevato che nel caso di specie non si ritiene provata la sussistenza del periculum in mora tale che dalla esecuzione del decreto possa derivare un danno grave al patrimonio della società debitrice, essendo state esposte soltanto generiche, ordinarie ed eventuali conseguenze negative che potrebbero derivare al patrimonio dell’opponente dall’esecuzione dell’opposto decreto, non supportate da alcuna allegazione in ordine alla specifica gravità.

Pertanto, il Tribunale di Asti ha concluso per il rigetto della richiesta dell’opponente di sospensione della provvisoria esecutorietà del decreto opposto.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Testo del provvedimento

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in Ex Parte Creditoris.
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina della rivista che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo, se non in sua parte (non superiore al decimo), sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina della rivista che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in questa rivista è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore, Titolo, in Ex Parte Creditoris – www.expartecreditoris.it – ISSN: 2385-1376, anno span.count’).text(resp.result.metadata.globalCounts.count); }); }); }); ]]>Collabora con Noi Numero Protocolo Interno : 125/2016


Source

L'articolo OPPOSIZIONE A D.I.: requisiti per istanza ex art.649 c.p.c. per sospensione provvisoria esecuzione proviene da #adessonews adessonews #retefin retefin Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: