......attendi qualche secondo

Una rete di  agevolazioni

Inserisci su Google

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni
ai.marketing
Bonus 110%
Cessione del quinto
Finanziamenti agricoltura
Finanziamenti Impresa
Fisco
fondo salva casa
Guadagno e offerte on-line
Mutui
news
Norme Tributi
Nostri servizi
Prestiti Personali
Sovraindebitamento
test
Video

Bonus stagionali 2021: indennità una tantum di 1.600 euro nel Sostegni bis


bonus-stagionali-2021-sostegni-bis

Nel testo del Decreto Sostegni bis, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 26 maggio 2021, sono previste novità per il bonus stagionali. In particolare, verrà erogata un’indennità una tantum di 1.600 euro.

La misura si aggiunge all’indennità una tantum di 2.400 euro prevista dal precedente Decreto sostegni per il lavoratori stagionali del turismo, di settori diversi, lavoratori intermittenti, incaricati di vendite a domicilio e altre categorie, per la quale sarà possibile fare domanda fino al 31 maggio 2021.

L’indennità sarà prevista sia per chi aveva già avuto accesso alla precedente misura, sia per altre categorie di lavoratori, che verranno illustrate nei prossimi paragrafi.

Decreto Sostegni bis in Gazzetta: tutte le novità

Bonus stagionali 2021: beneficiari

La platea di beneficiari vedrà in primis i lavoratori che già beneficiavano della precedente indennità di 2.400 euro prevista da Decreto Sostegni, ovvero:

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

  • lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo.

Il Decreto punta ad ampliare i beneficiari estendendo le condizioni che valevano per il decreto precedente alla data di entrata in vigore del Sostegni bis, quindi al 26 maggio 2021. Per questo motivo, ad esempio, potranno richiedere l’indennità i lavoratori stagionali del settore del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del Sostegni bis, che abbiano svolto la prestazione lavorativa per almeno trenta giornate nello stesso periodo, e che non siano titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente, né di NASpI, sempre alla data di entrata in vigore del decreto.

Reddito di emergenza fino a settembre: le novità del decreto Sostegni bis

Bonus stagionali 2021: domanda

Il testo del Decreto pubblicato in Gazzetta prevede che, per le categorie che non hanno usufruito della precedente indennità, sarà possibile fare domanda all’Inps tramite il portale telematico dell’Istituto. Per farlo, si potrà accedere tramite:

  • PIN Inps (si ricorda che l’INPS non rilascia più nuovi PIN a decorrere dal 1° ottobre 2020);
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

In alternativa al portale web, l’indennità può essere richieste tramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

È ipotizzabile che, come per l’indennità precedente, l’Inps riconoscerà d’ufficio l’indennità a chi ne aveva già fatto richiesta, per i bonus del Decreto Ristori o per chi ha fatto richiesta per l’indennità una tantum da 2400 euro del Decreto Sostegni. Ricordiamo che per quest’ultima indennità è ancora possibile fare domanda, fino al 31 maggio 2021.

Dovrà quindi fare domanda chi non aveva presentato richiesta per nessuna delle precedenti indennità ma che rientra tra i lavoratori beneficiari.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Si aspettano quindi i chiarimenti dell’Inps per le modalità di erogazione, e per conoscere i tempi di presentazione delle domande e di erogazione della nuova indennità.

Riscossione cartelle esattoriali: nuovo rinvio al 30 giugno nel Sostegni bis

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: